Ormai l’estate è alle porte. Se non vogliamo farci cogliere impreparati dal caldo e dall’afa, affrontiamola per tempo rimpiazzando il vecchio climatizzatore o installando uno nuovo.

Ma come scegliere quello giusto? Solitamente si parte dalla considerazione dello spazio da climatizzare, affidandosi a un tecnico specializzato che, in base ad un calcolo, determinerà la potenza necessaria sia in caso di un solo ambiente che di più ambienti.

Il secondo elemento da considerare è la tecnologia, ormai avanzatissima, che permette prestazioni elevate e risparmi energetici importanti. La migliore è sempre l’inverter che assicura risparmi fino al 40%.

La tecnologia inverter e i suoi vantaggi:

  • Rapido raggiungimento della temperatura impostata all’accensione per cui il tempo necessario per raggiungere la temperatura si riduce di circa 1/3;
  • Minor consumo energetico: una volta raggiunta la temperatura impostata, viene erogata continuamente la potenza minima necessaria a mantenerla che si traduce in un minor costo sulla bolletta elettrica.
  • Migliore stabilità della temperatura: raggiunta la temperatura impostata, viene erogata continuamente la potenza minima necessaria per mantenerla;

La silenziosità

Per quanto concerne la rumorosità, oggi esistono in commercio diversi modelli che garantiscono livelli bassissimi di inquinamento acustico che, in alcuni casi, possono essere ulteriormente ridotti da una speciale modalità “silenziosa” che permette il raggiungimento di un silenzio quasi totale.  Soprattutto durante le ore notturne, un rumore eccessivo potrebbe arrecare disturbo sia a sé che ai vicini e fomentare litigi.

Per ottenere un livello di comfort massimo sarebbe opportuno unire anche la funzione di deumidificazione. Infine se si sceglie un climatizzatore con pompa di calore con la funzione di riscaldamento, potrebbe rivelarsi utile quando le temperature sono miti per evitare di accendere l’intero impianto di riscaldamento, ottimizzando così i costi.

Altro elemento da considerare è la scelta del design. Infatti le aziende produttrici gareggiano per progettare climatizzatori in grado di integrarsi perfettamente negli ambienti domestici, proponendo una vasta gamma di materiali e colori.

Installazione: vietato il “fai da te”

Per quanto riguarda l’installazione del climatizzatore è opportuno rivolgersi, per legge, a un tecnico specializzato in possesso di patentino per l’installazione di dispositivi funzionanti con refrigeranti F-gas, ottenuto a seguito di esame.

Una corretta installazione del condizionatore rappresenta la condizione preliminare per ottenere il miglior risparmio energetico e comfort abitativo.

Infatti il nuovo regolamento vieta il “fai da te” per l’installazione di condizionatori d’aria, impianti di refrigerazione, climatizzatori, pompe di calore, altrimenti si rischierebbe di incorrere in importanti sanzioni amministrative.

Consigli per un corretto funzionamento

guida, scelta, climatizzatori Soprattutto nelle giornate più torride, l’aria condizionata rappresenta un ausilio non da poco, a patto di essere usata evitando di esagerare.

E’ consigliabile seguire alcune regole per un corretto funzionamento:

  • Non direzionare il getto dell’aria fresca contro il corpo delle persone. Inoltre sarebbe opportuno iniziare a climatizzare l’ambiente prima che i raggi solari o il calore inizino a riscaldarlo eccessivamente, accorgimento che consente di tenere al fresco i locali lungo tutto l’arco della giornata.
  • Regolare il termostato in modo da non avere eccessive differenze fra la temperatura interna e quella esterna (non superare i 5-7°C). La temperatura ideale è di 26 gradi in estate e 20 in inverno.
  • Chiudere o schermare i vetri e le finestre, che andrebbero protetti dalla luce solare, magari chiudendo bene le persiane e le tapparelle durante le ore più torride. Se la stanza da refrigerare viene protetta dal sole con tende o persiane, i consumi del condizionatore sono notevolmente ridotti.
  • Evitare la comunicazione tra ambienti sottoposti all’azione del dispositivo e gli altri per non disperdere l’aria fresca creata.
  • Utilizzare la funzione “deumidificatore” del proprio condizionatore quando la sensazione di calore è dettata in parte dalla presenza di umidità nell’ambiente circostante. Consente di abbattere l’afa senza bruschi sbalzi di temperatura, garantendo al contempo consumi energetici ridotti.

Le detrazioni fiscali

A seconda degli interventi da realizzare, la Legge di Stabilità ha prorogato le detrazioni fiscali fino al 31/12/2016.



Desidereresti ulteriori informazioni e ricevere fino a cinque preventivi gratuiti per condizionatori?

Sei un Installatore di Condizionatori e cerchi nuovi clienti? Visita ora

Ormai l'estate è alle porte. Se non vogliamo farci cogliere impreparati dal caldo e dall’afa, affrontiamola per tempo rimpiazzando il vecchio climatizzatore o installando uno nuovo. Ma come scegliere quello giusto? Solitamente si parte dalla considerazione dello spazio da climatizzare, affidandosi a un tecnico specializzato che, in base ad un…

Valutazione dell'articolo

Utilità - 97%
Pertinenza - 97%
Chiarezza - 99%

98%

Ottimo

Articolo soddisfacente sulla scelta dei climatizzatori

Valutazione utente: 0.55 ( 2 voti)